La Resistenza di Kobane. Il racconto di Ivan “Grozny” Compasso.

Entrato a Kobane, città siriana al confine con la Turchia simbolo della resistenza curda contro l’avanzata dell’Isis, grazie ad un trafficante di uomini e ad alcune centinaia di dollari, il reporter freelance Ivan “Grozny” Compasso viene a raccontarci la sua incredibile esperienza.
Porterà con sé foto e video di una città in guerra ma anche la testimonianza dell’autogoverno curdo.
Si parerà quindi di Rojava, regione autonoma del Kurdistan, stretta tra Iraq, Iran, Siria e Turchia, dove si sperimenta una democrazia basata sul centralismo della donna, l’autodifesa e la ridistribuzione della ricchezza.
Ivan “Grozny” Compasso racconterà di come i curdi abbiano saputo rispondere alla guerra con l’autorganizzazione e la cooperazione e di come a Kobane “nessuno si senta condannato alla sconfitta”.
Ivan Grozny è stato con i guerriglieri curdi dell’Ypg (milizia di difesa popolare) e le guerrigliere dell’Ypj. Ha raccontato la sua esperienza in un reportage uscito per La Repubblica- Le inchieste.

Ivan Compasso è autore del libro “Ladri di sport” e coordinatore del sito “Sport alla rovescia”.

Insieme a lui saranno presenti due rappresentati della comunità curda torinese.

L’appuntamento è DOMENICA 1 FEBBRAIO alle ore 19.00.

Cominciamo così, in occasione del settantennale, un percorso sulle Resistenze di ieri e di oggi che ci accompagnerà fino al 25 aprile.

Vi aspettiamo.

Evento facebook.

kobane_web_RGB

Add a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− uno = 2