Esistenze Resistenti – terzo appuntamento: “Diario di zona”

Pomeriggio letterario e terzo appuntamento con le Esistenze Resistenti: domenica 15, ore 18.00, presentiamo “Diario di zona“, Il libro che inaugura la collana Quinto tipo, diretta da Wu Ming 1 per le edizioni Alegre. Luigi Chiarella, noto come yamunin, attore, drammaturgo e lettore di contatori dell’acqua per necessità, racconta Torino – e l’Italia e gli anni 10 e la varia umanità – dal basso dei pedali della sua bicicletta e ancora più dal basso, dai tombini, dalle cantine, dai cortili. Racconta gli incontri, racconta i luoghi, traccia un ritratto della città lontano dai cliché e un ritratto di chi la abita vero, nato dalla necessità di dover parlare con chiunque, nel senso stretto del termine. Yamunin ci riporta una città che viviamo tutti i giorni ma che forse non guardiamo con attenzione. Ci regala una minuziosa mappatura delle lapidi dedicate alla Resistenza, ci racconta dei segni che movimento No-Tav e culto del Toro lasciano nel tessuto urbano, ci restituisce una Torino vissuta, non di facciata.
Insieme all’autore ci saranno Enrico Manera e Mirko Corli. Letture a cura di Diego Viarengo.

Le EsistenzeResistenti raccontate fino a qui sono state Kobane, con gli occhi di Ivan Grozny Compasso, e Primo Levi, attraverso i disegni di Pietro Scarnera; saranno ancora il Movimento NoTav, visto attraverso un film, Lucia Sarzi, raccontata da Stefano Giaccone e Lalli, Beppe Fenoglio, con la messa in scena di uno dei suoi libri più belli. Linguaggi diversi per parlare di memoria e contemporaneità, Resistenze di ieri e di oggi.

ChiarellaRGB_640_1

Add a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− due = 7