Cose buone e giuste

Un mese di silenzio. Un mese di silenzio su questo blog, ma un mese pieno zeppo di parole tra le mura di Casseta Popular. Domande, discussioni, riunioni, incontri. I tempi sono cupi ma crisi è anche sinonimo di opportunità per chi ha ancora delle cose da dire e delle cose da fare, per chi ha in mente un modo diverso di intendere lo stare insieme. E allora ci siamo guardati in faccia e ci siamo messi a lavorare. Durante i nostri pranzi alle 5 del pomeriggio e le nostre cene alle 2 del mattino abbiamo provato ad immaginarci una stagione invernale che ci permettesse di attraversare questo strano periodo. Una stagione invernale ricca di appuntamenti, di idee, di cose nuove, di energia. Scelte le cose da fare e le persone con cui farle, sono nate serate, festival, alveari, rivoluzioni culturali.

Le serate: tante. I libri, soprattutto. Incontri, presentazioni e la preziosa collaborazione con Bea e Massimo: un jukebox letterario al mese, a tema, unito a volte alla cena, altre al dopocena, altre ancora alla merenda delle pigre domeniche pomeriggio. E poi la musica, le degustazioni, il teatro, i laboratori e gli spettacoli per i bimbi.

Il festival: ci abbiamo messo il cuore lo scorso anno, torniamo a mettercelo quest’anno. Seconda edizione del CassetaFootballFestival, “Il cuore dentro alle scarpe”: quattro appuntamenti, tre a novembre ed uno a maggio, per parlare di pallone come piace a noi, storie di calcio come pretesto per raccontare storie di grandi e piccoli uomini, storie di passione, di amore, di tifo.

L’alveare: Casseta Popular diventa sede di un Alveare, luogo d’incontro tra produttori locali e consumatori consapevoli. Registrandosi sul sito L’Alveare che dice sì si potranno acquistare on-line prodotti di aziende del territorio genuini e stagionali venendo a ritirarli da noi nei giorni stabiliti. La distribuzione diventa così occasione d’incontro, di conoscenza, di scambio tra i vari membri dell’Alveare e i produttori, una piccola comunità, un piccolo mercato in un locale.

Rivoluzioni culturali: evitare fenomeni di imborghesimento della classe dirigente. Fondamentalmente, basta ai cinque giorni lavorativi e ai due di ozio. Dopo anni di pressioni, Casseta Popular torna ad aprire la domenica. Ma poiché la domenica è domenica, mica un giorno come gli altri, apertura straordinaria da mezzogiorno a mezzanotte. Sì, tutto il giorno. Dal pranzo alla cena passando per la merenda e gli spuntini. Cucina sempre aperta, per chi ha voglia di un uovo strapazzato a mezzogiorno o un piatto di pasta alle 4 del pomeriggio. Non vi giudicheremo, potrete mangiare dolce o salato o misto all’ora che più vi piace. Unico accordo preventivo, viste le abitudini vostre e nostre: a mezzanotte tutti a casa. Un giorno intero di riposo lasciatecelo per favore. In  tutto questo, sorpresa per gli amanti del pallone, attività per i piccoli, dopocena golosi e tutto ciò che da qui a giugno ci verrà in mente.

Un cantiere aperto, vi aspettiamo.

Appuntamenti della settimana:

Giovedì 30 ottobre, ore 20.00: jukebox letterario speciale Halloween. Beatrina Incorporella e Massimo Minuti (Accademia della Felicità) portano il loro jukebox pieno di libri e la paura, in tutte le sue forme, sarà il filo conduttore della serata. Aperitivo cenoso a buffet per completare.

Venerdì 31 ottobre, ore 20.30: cena con delitto a cura della compagnia teatrale “Il filo di Marianna”. Posti esauriti, replicheremo.

domenica_web_rgb640px

Add a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 + = nove